Fabrizio Macchi

UN UOMO #INGAMBA

Fabrizio Macchi è stato il fondatore ed oggi è il motore di PhysioTechLab. Ma la sua storia parte da lontano. Dopo una lunga malattia che lo costringe a diversi ricoveri e molti mesi in ospedale, Fabrizio a sedici anni sceglie di farsi amputare la gamba, per smettere di soffrire e tornare libero. 

La nuova vita al principio non è facile. L’handicap, i pregiudizi, le difficoltà, sembrano tutti ostacoli insormontabili. Finché Fabrizio prende la decisione che gli cambia la vita: per avere il meglio, occorre puntare al meglio. Non accontentarsi di una vita normale, ma vivere una vita straordinaria.

Inizia così il suo percorso agonistico che lo porterà molto lontano: 29 campionati italiani, 4 medaglie europee, 15 medaglie mondiali, di cui 2 ori e la partecipazione ai Giochi Paralimpici di Atene 2004 dove conquista la medaglia di bronzo.  

Forte della sua esperienza personale nell’affrontare la malattia, la fatica della ripresa e la vittoria, Fabrizio, insieme al team di PhysioTechLab, mette a disposizione delle persone il suo expertise dal quale nasce il metodo m.e.a.sure®

Fabrizio è sposato con Patrizia e padre di Thomas e Mattia.

Raccontando la sua storia, personale e agonistica, ama dire
Ci sono momenti in cui la salita finisce”.

Un Atleta che non smette mai di lottare.

Attivo da sempre per la difesa dei diritti dei disabili, è testimonial AISOS – Associazione Italiano Studio Osteosarcoma, Ambassador di AIRC – Associazione italiana ricerca cancro e della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica.
La fondazione Laureus lo ha scelto da anni come testimonial ed Ambassador per divulgare a tutti i bambini che le vere difficoltà non sono nel fisico ma nella mente e che i sogni si possono realizzare.
E’ autore di Più forte del male edito da Piemme Mondadori e di Mio papà ha una gamba sola edito da Giunti.